Skip to main content
Start of main content

5 best practice per il decommissioning di un sito

19 giugno 2018

By Marco Lassini

Quali sono le regole d’oro da adottare quando si affronta il decommissioning di un sito?

La trasformazione e riqualificazione di aree industriali è un tema sempre più attuale nel processo di modernizzazione e definizione delle città del futuro, che guardano sempre più al riutilizzo di aree industriali dismesse per ridurre il consumo di suolo. Ogni riqualificazione parte dal decommissioning, che sempre più spesso è quindi inserito in progetti ampi ed ambiziosi, con investitori attenti alla corretta definizione ed al rispetto di tempi e costi di intervento.

Nell’approcciare gli interventi di decommissioning è bene conoscere e tenere in giusta considerazione numerosi tasselli, sia tecnici che normativi, che comporranno un quadro ampio ed articolato abbracciando sia in fase progettuale che esecutiva: tecniche di intervento, gestione dei rifiuti, salute e sicurezza degli operatori e dei vicini di casa, sostenibilità ambientale, bonifica di eventuali contaminazioni storiche. Quali sono quindi i must da tenere in considerazione?

  1. Conoscere cosa va rimosso e demolito: inventario di strutture, attrezzature e caratterizzazione dei rifiuti per la corretta definizione dei costi e delle tecniche che saranno adoperate;
  2. Valutare le condizioni al contorno: quando si progetta un intervento di decomissioning bisogna valutare le interazioni tra l’intervento di demolizione e tutto quello che sta sopra, sotto e accanto. “Dimenticarsi qualcosa” si traduce nel sottostimare le attività e quindi i costi di demolizione, con la conseguenza di dover affrontare varianti non previste in corso d’opera;
  3. Avere una strategia di procurement che coinvolga imprese specializzate e qualificate; comporre un team di lavoro le cui competenze spazino dalla tecnica delle demolizioni, alla sicurezza, agli aspetti ambientali…Right team right job;
  4. Progettare la sicurezza degli interventi di decommissioning poiché essi possono comportare lavorazioni complesse e rischiose, interferenze con altri attori prossimi al sito; la progettazione della sicurezza aiuta a identificare modalità di intervento quanto più semplici e sicure possibili, limitando le interferenze.
  5. Avere le idee chiare sugli obiettivi di riutilizzo e valorizzazione del sito per definire, quanto più possibile già in fase progettuale, l’estensione degli interventi di messa in sicurezza e bonifica ambientale affinché l’intero intervento duri il meno possibile e permetta la rapida restituzione del sito….ovvero End – state vision.

Per maggiori informazioni sui servizi di decommissioning si Stantec visita il nostro sito.

  • Marco Lassini

    Marco Lassini è ingegnere civile, e attualmente ricopre in Stantec il ruolo di Project Manager. Ha lavorato come Project Manager e Coordinatore di progetto in Italia, Regno Unito, Cipro, Turchia e Tagikistan, sia per clienti pubblici che privati.

    Contatta Marco
End of main content
To top