Skip to main content
Start of main content

Il Fondo Nuove Competenze e la formazione come opportunità critica

03 dicembre 2020

By Paola Favarano

Uno strumento per trasformare la crisi in opportunità, grazie alla formazione

Per contrastare gli effetti economici dell’epidemia causata dal COVID19 sono state rese note le modalità di accesso al FONDO NUOVE COMPETENZE (di seguito “FNC”), vediamo di cosa si tratta.

Gli interventi del FNC hanno a oggetto il riconoscimento di contributi finanziari in favore di tutti i datori di lavoro privati che destineranno le ore in riduzione dell’orario di lavoro allo sviluppo delle competenze dei lavoratori.

A seguito di accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro, conformi a quanto previsto dall’art. 88, comma 1, del Decreto Legge n. 34/ 2020, dall’art. 4 del Decreto Legge 14 agosto 2020 n. 104 e dall’art. 3 del Decreto di attuazione, si possono prevedere progetti formativi finalizzati allo sviluppo delle competenze, per un limite massimo di 250 ore per ogni lavoratore.

I temi formativi devono soddisfare i fabbisogni del datore di lavoro in termini di nuove o maggiori competenze, in ragione dell’introduzione di innovazioni organizzative, tecnologiche, di processo di prodotto o servizi in risposta alle mutate esigenze produttive dell’impresa, e del relativo adeguamento necessario per qualificare e riqualificare il lavoratore in relazione ai fabbisogni individuati e in coerenza con la Raccomandazione europea sui percorsi di miglioramento del livello delle competenze per gli adulti del 19 dicembre 2016

Inoltre, possono prevedere lo sviluppo di competenze finalizzate a incrementare l’occupabilità del lavoratore, anche al fine di promuovere processi di ricollocazione in altre realtà lavorative.

Che cosa rimborsa il FNC?

Il FNC rimborsa il costo, comprensivo dei contributi previdenziali e assistenziali, delle ore di lavoro in riduzione destinate alla frequenza dei percorsi di sviluppo delle competenze da parte dei lavoratori. Rimane inteso che le ore di formazione possono essere finanziate anche dai fondi interprofessionali o da altri tipi di finanziamento.

Il soggetto erogatore dei percorsi di sviluppo delle competenze è individuato dall’impresa all’interno del progetto formativo presentato in sede di accordo collettivo.

Fra i soggetti erogatori dei percorsi formativi, sono individuati tutti gli enti accreditati a livello nazionale e regionale, che possono svolgere il ruolo di soggetto erogatore della formazione la stessa impresa che ha presentato domanda di contributo, laddove l’accordo collettivo lo preveda. Anche Stantec, attraverso Stantec Academy, Centro formazione accreditato Regione Lombardia, rientra tra i soggetti erogatori.

Sono destinatari del contributo tutti i datori di lavoro privati che, ai sensi dell’art. 88, comma 1 del richiamato Decreto Legge n. 34/2020, abbiano stipulato entro il 31 dicembre 2020 gli accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro.

Sono interessati dagli interventi i lavoratori dipendenti occupati nelle imprese ammesse a beneficiare dei contributi finanziari del FNC o in somministrazione, per i quali è ridotto l’orario di lavoro a fronte della partecipazione a percorsi di sviluppo delle competenze, previsti dall’accordo collettivo.

La presentazione delle istanze può avvenire anche digitalmente, una volta sottoscritte dal legale rappresentante dell’azienda o da suo delegato, a partire dalla data di pubblicazione del presente Avviso sul sito di ANPAL.

Si evidenzia che, nel caso di gruppi societari, l’istanza può essere presentata dalla capogruppo anche per conto delle società controllate; nel caso in cui le imprese accedano al FNC per il tramite di avvisi su conto sistema di un Fondo Paritetico Interprofessionale o tramite il Fondo per la formazione e il sostegno al reddito dei lavoratori, l’istanza può essere presentata dal Fondo in nome e per conto delle imprese aderenti.

I percorsi devono essere realizzati entro i 90 giorni dall’approvazione della domanda. Nel caso di istanza presentata dai Fondi paritetici Interprofessionali e dal Fondo per la formazione e il sostegno al reddito dei lavoratori il termine finale per realizzare i percorsi di sviluppo è elevato a 120 giorni.

L’erogazione del contributo è eseguita da INPS, su richiesta di ANPAL, in due tranche: anticipazione del 70% e, successivamente, saldo.

La presentazione delle istanze può avvenire a partire dalla data di pubblicazione dell'Avviso sul sito di ANPAL a esaurimento fondi. Gli accordi devono essere sottoscritti entro il 31 dicembre 2020.

Come possiamo aiutarvi?

Stantec Academy crede da sempre nella formazione come piccola leva potente in grado di trasformare la crisi in opportunità e propone, quindi, percorsi di sviluppo professionale in grado di impattare sulle capacità di risposta delle aziende al contesto altamente critico di questi e dei futuri mesi, quali:

  1. Esperto in project e process management - 80 ore;
  2. Esperto nello sviluppo e gestione dello smartworking come strategia organizzativa - 80 ore;
  3. Esperto in change management e problem solving per affrontare le sfide del futuro - 40 ore;
  4. Esperto nello sviluppo di sistemi di gestione efficaci e digitalizzati per la salute e la sicurezza dei lavoratori secondo le ISO 45001 - 120 ore.

Ogni percorso può essere personalizzato e ha una durata minima di 40 ore fino a 120 ore.

Per maggiori informazioni, contattateci via mail: italia.academy@stantec.com.  

  • Paola Favarano

    Paola è Responsabile di Stantec Academy in Italia. Eroga corsi in ambito salute e sicurezza (modifica del comportamento,motovazione, comunicazione e feed back efficace, negoziazione, creatività e problem solving applicate al settore HSE).

    Contatta Paola
End of main content
To top